Progetto strada... educando


La classe 3^ della scuola Pascoli quest’anno è stata coinvolta in un progetto di educazione stradale.

L’attenzione è stata focalizzata sulle regole che i bambini devono seguire in quanto pedoni, ciclisti e futuri automobilisti. Per essere sicuri in mezzo al traffico, occorre imparare a conoscere e a rispettare i segnali stradali e il Codice della strada, perché principalmente si rispetta il prossimo e si salvaguarda la propria incolumità. Sono stati organizzati degli incontri a scuola con agenti della polizia municipale e in tale occasione sono stati affrontati argomenti molto importanti come l’esistenza e il rispetto di regole di convivenza civile in tutti gli ambiti di vita: scuola, famiglia e strada. Sono state effettuate delle uscite didattiche con percorsi pedonali e visualizzazione della segnaletica stradale orizzontale e verticale; una visita al comando della polizia municipale, e in tale occasione i bambini hanno simulato il ruolo di vigile sulla strada con paletta in mano, sempre con la supervisione degli agenti. Inoltre hanno visitato il comando della polizia municipale. A fine percorso gli alunni hanno inventato storie, realizzato disegni di segnali stradali a mano libera e cartelloni che sono stati esposti il giorno della Festa sulla Sicurezza Stradale. Gli alunni hanno notevolmente ampliato il proprio bagaglio di esperienze. Hanno acquisito ciascuno secondo i tempi e i ritmi propri, delle conoscenze specifiche riguardo all’educazione stradale, in particolare, e su nozioni di cittadinanza e costituzione, in generale. Non solo, è stato un percorso che ha coinvolto decisamente anche la componente emotiva e sociale; infatti durante lo svolgimento del progetto i bambini hanno collaborato tra loro, mettendosi in gioco, con un coinvolgimento di gruppo e consolidando le relazioni sociali. Anche gli alunni di carattere più chiuso hanno collaborato attivamente e in questo senso sono stati soddisfatti pienamente i criteri dell’inclusione. Inoltre l’uso delle tecnologie, le uscite sul territorio, la contemporanea partecipazione al concorso regionale “Ti muovi Piemonte” e l’interdisciplinarietà a cui si presta questo tipo di disciplina hanno reso accattivante e motivante l’argomento.
Referente del progetto
Ins. Daniela Oliva

Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni. Non usa cookies traccianti e di terze parti tranne Google Analytics esclusivamente per rilevazioni statistiche anonime. Leggi come questo sito tratta la privacy informativa GDPR.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information